Previdenza

Chi si occupa del figlio ammalato?

Foto: Getty Images
Condividere su Facebook Condividere su Twitter ch.axa.i18.share.google Condividere su LinkedIn Condividere su Xing Condividere su Pinterest Convididere per e-mail

Quando si ammala un figlio o un genitore la quotidianità domestica viene scombussolata. Secondo uno studio di AXA ciò causa notevoli preoccupazioni.

In cima ai timori delle giovani famiglie vi sono la salute e i premi della cassa malati. È quanto emerge da un sondaggio rappresentativo condotto lo scorso anno da AXA tra i nuclei familiari con figli di età inferiore ai 15 anni. Oltre la metà dei genitori intervistati ha dichiarato di nutrire ricorrenti inquietudini per via dei premi della cassa malati che incidono sul bilancio familiare in media per il 7 percento. Non deve stupire quindi il fatto che il 46 percento degli interpellati ritenga complicato o molto complicato trovare il prodotto giusto per l’intera famiglia. E pensare che è proprio qui che avrebbero la possibilità di risparmiare annualmente fino a 2000 franchi.

Un figlio ammalato vuol dire stress

A parte il bilancio familiare, i premi della cassa malati e la scelta del prodotto giusto, i giovani genitori si trovano a dover affrontare soprattutto un dilemma: come provvedere all’assistenza di un figlio ammalato? O ancora più problematico: come assistere un figlio ammalato quando non si sta bene in salute? Molti giovani genitori ci sono già passati. Tutto sembra sotto controllo − nido, accompagnamento e ritiro del bambino, babysitter − e poi, improvvisamente, il bambino si ammala. Il 42 percento dei genitori giudica questa situazione gravosa e sostiene che l’organizzazione di un caso simile è complicata o molto complicata. Spesso ai genitori non resta che restare a casa e occuparsi del piccolo paziente.

L’assicurazione ospedaliera si assume le spese d’accudimento

La situazione si aggrava ulteriormente se il bambino è colpito da una malattia seria che richiede una degenza in ospedale oppure se uno dei genitori deve essere ricoverato per un certo periodo. Per il 46 percento dei genitori un’eventualità del genere è un’impresa complicata o molto complicata. Però, a differenza dalle «semplici» malattie curate a casa, in questi casi è possibile usufruire di un supporto dall’assicurazione ospedaliera. Qualora un genitore debba seguire un trattamento all’ospedale, l’assicurazione ospedaliera paga ad esempio 50 franchi al giorno per l’accudimento dei figli predisposto da AXA per una durata massima di 30 giorni all’anno, che arrivano a 60 per assicurati nel reparto privato (vale per prodotti AXA, prestazione non compresa nell’assicurazione ospedaliera nel reparto comune). Ciò permette alla mamma o al papà di farsi curare senza altre preoccupazioni e di rimettersi completamente, mentre i figli sono accuditi a casa.

Presenza in ospedale accanto al bambino

Altrettanto difficile diventa la situazione se è il bambino a dover essere ricoverato in ospedale, in un ambiente sconosciuto, con la paura della malattia o di un’operazione, per di più lontano da casa e dai genitori. Grazie al rooming-in il genitore ha la possibilità di restare accanto al figlio, dormendo anche nella stessa stanza, in modo da infondergli calore e sicurezza. Il rooming-in è previsto da ognuna delle assicurazioni ospedaliere AXA che, a seconda del prodotto, copre una somma compresa tra i 50 e 160 franchi a notte, al massimo 500-4000 franchi all’anno (vale per prodotti AXA).

«I servizi di accudimento dei figli e di rooming-in vogliono aiutare i genitori e i figli nelle situazioni difficili» spiega Dominique Kasper, responsabile Prevenzione e promozione salute di AXA, «affinché possano guarire e rimettersi in salute in fretta».

Sondaggio tra le famiglie

Nel febbraio 2017 l’istituto gfs-zürich, Markt- & Sozialforschung, ha interpellato 500 famiglie con figli di meno di 15 anni. Il sondaggio rappresentativo è stato condotto al telefono.

Articolo correlato

AXA e lei

Contatto Avviso sinistro Offerte di lavoro Media Broker myAXA Valutazioni dei clienti Portale officine Abbonare la newsletter

AXA nel mondo

AXA nel mondo

Restare in contatto

DE FR IT EN Avvertenze per l'utilizzazione Protezione dei dati © {YEAR} AXA Assicurazioni SA

Utilizziamo cookie e tool di analisi per migliorare la navigazione sulla pagina internet e personalizzare la pubblicità di AXA e dei partner pubblicitari. Maggiori informazioni: Protezione dei dati